intervento chirurgico al seno in sala operatoria

Il seno, un organo meraviglioso

Seno.clinic nasce per aiutare le donne che stanno valutando la possibilità, oppure che hanno già deciso, di sottoporsi ad un intervento di chirurgia estetica per il proprio seno.

Il percorso deve partire dalla conoscenza approfondita del proprio seno e dei cambiamenti che lo possono interessare con il tempo, passare per l’analisi delle tecniche chirurgiche, per poi arrivare alla scelta finale del chirurgo. In più seno.clinic cercherà di essere utile anche per chi si è già sottoposta ad un intervento al seno ed è alla ricerca di consigli da seguire i giorni ed i mesi successivi al ricovero.

La scelta migliore è dettata dall’informazione e non certo da qualche chiacchiera da bar o ancor peggio da parrucchiere. Buona lettura!

Un’anatomia particolare, una struttura delicata

Il seno è un organo come il cuore, lo stomaco o, meglio, come il fegato che è anch'esso una grossa ghiandola: infatti la funzione principale del seno è quella di secernere il latte per l’allattamento. È costituito in parte da tessuto ghiandolare, una struttura simile a tanti acini d’uva che, grazie al tessuto fibroso, si riuniscono in lobi e si collegano ai dotti lattiferi. La forma e la dimensione del seno dipendono anche dallo sviluppo del tessuto adiposo che circonda questi “acini d’uva” con la funzione di isolante e di protezione.

Tutto ciò per dire che è necessario non sottovalutare i rischi di un intervento chirurgico al seno, perché non è un semplice agglomerato di pelle e grasso, ma una struttura complessa, notevolmente disomogenea e delicata per la presenza di tessuto ghiandolare, fibroso e adiposo. Inoltre il seno è un organo sessuale secondario della donna, per cui toccarlo, tagliarlo, maneggiarlo sono atti a cui porre molta attenzione. L’approccio del chirurgo plastico estetico deve tenere in considerazione tutti questi elementi, e molti altri, per raggiungere uno stato di benessere psicofisico che in ultima analisi è la reale finalità di un intervento al seno.

Il chirurgo del seno

La composizione del seno varia per tutto l’arco della vita della donna: dall'adolescenza, dove prevale la parte ghiandolare, fino all'età adulta, quando questa regredisce e viene sostituita da tessuto adiposo. I 40 anni sono la soglia critica: la visita senologica biennale, indicata per tutte le donne dai 20 ai 30 anni, dopo quest’età deve diventare annuale e essere integrata dalla mammografia.

Così come nella senologia diagnostica, anche la chirurgia plastica estetica si avvale di un approccio multidisciplinare. Durante la prima visita lo specialista eseguirà tutta una serie di osservazioni (volume e forma della ghiandola mammaria, dimensioni dell'aureola, posizione del capezzolo ...) da integrare con esami obiettivi quali l'elettrocardiogramma, la radiografia del torace e l'ecografia, sempre con l'obiettivo dell'armonioso rapporto seno-corpo. Per questo un abile chirurgo non basta: è necessario uno specialista del seno, che ne conosca la particolare anatomia e padroneggi le sfumature tecniche delle diverse metodiche, per far corrispondere le aspettative della paziente con il miglior risultato possibile.

La mastoplastica additiva

La dimensione del seno varia principalmente a causa di fattori genetici, per questo motivo molte donne si ritrovano ad avere una dimensione di seno che non apprezzano o che non vedono proporzionata nel proprio corpo. La situazione più frequente è quella di un seno troppo piccolo che avvicina la donna verso l’intervento di aumento del seno grazie all’inserimento di protesi mammarie, stiamo parlando dell’intervento di mastoplastica additiva.

La mastoplastica additiva è un intervento delicato, è normale che generi preoccupazioni, dubbi e bisogno di approfondimenti per arrivare all’intervento pronta, è possibile trovare molte risposte leggendo gli articoli nella sezione dedicata di seno.clinic. Se vuoi approfondire nel dettaglio come si svolge l'intervento, ti consigliamo di consultare il sito del Dr. Maxwell (in inglese) e quello del Dr. Spano.

La mastopessi

Come tutti i tessuti del corpo anche il seno è soggetto ad importanti cambiamenti, infatti in tutte le donne con il passare degli anni il seno si svuota e cade verso il basso. L’intervento di mastopessi per sollevare il seno rimuove la pelle in eccesso riportando tutti i tessuti verso l’alto però con l’importante prezzo da pagare di alcune cicatrici visibili sulla pelle. È possibile avere qualche informazione in più su questa pagina del sito Banff Plastic Surgery (in inglese) o approfondendo la lettura degli articoli nella sezione Mastopessi.

Le protesi

Sia per aumentare che per sollevare il seno l’utilizzo di qualcosa di “estraneo” all'organismo, ma perfettamente compatibile, può essere molto utile: stiamo parlando delle protesi mammarie. Le ultime generazioni di protesi rendono la correzione del seno molto semplice e naturale, ma bisogna scegliere la corretta protesi insieme al proprio chirurgo in modo molto scrupoloso ed attento. Nella sezione Protesi è possibile approfondire questo tema, oppure leggere qualche articolo interessante dell'American Society of Plastic Surgeons (in inglese).

Il lipofilling

In ambito di chirurgia del seno l’ultima novità è rappresentata dall’aumento del seno senza protesi, cioè dal lipofilling mammario. La tecnica consiste nel riempire il seno con il grasso prelevato da altre parti del corpo. Risultati ottimi, sempre che il riassorbimento del grasso sia contenuto e che l’aumento desiderato sia moderato. Nella sezione Lipofilling troverete le risposte a molte domande ed interessanti approfondimenti. In inglese è possibile approfondire la tematica del lipofilling sul sito del Miami Breast Center, e sul sito del Dr. Sydney Coleman.

Le complicanze

Anche dietro alla procedura più semplice si possono nascondere rischi di complicanze importanti quali infezioni, ritardi di guarigione e tante altre ancora. Per evitare questi problemi è essenziale la corretta scelta del chirurgo ed il seguire, in maniera attenta e scrupolosa, ogni singola indicazione su cosa si deve fare prima e dopo il trattamento eseguito. Approfondisci l'argomento nella sezione Complicanze.

© 2017 Seno.Clinic

HELIX_NO_MODULE_OFFCANVAS