Mastoplastica additiva o lipofilling?

Lipofilling: una scelta naturale

La mastoplastica additiva è una tecnica conosciuta e finalizzata all'aumento del seno con l’inserimento di protesi. Forse meno conosciuto al grande pubblico è il lipofilling, che ha sostanzialmente lo stesso obiettivo, ma opera attraverso un autotrapianto di tessuto adiposo: nel caso della mastoplastica si inseriscono delle protesi per un aumento di due o più taglie; nel lipofilling si può arrivare a un aumento di una taglia o poco più.

Durante l’intervento di lipofilling il chirurgo plastico estetico preleva il grasso corporeo da zone dove è in eccesso, come le cosce, l’addome e i fianchi, attraverso una siringa con un piccolo ago che lascia cicatrici di circa 3 mm. Il grasso asportato viene trattato e poi iniettato sopra e sotto la ghiandola mammaria con aghi sottilissimi che non lasciano alcun segno. Si tratta quindi di un intervento di aumento del seno poco invasivo, che permette nel contempo la riduzione degli accumuli di tessuto adiposo in modo naturale. Entrambe le procedure sono ormai consolidate e sicure.

Mastoplastica addittiva e lipofilling: cosa cambia?

I due interventi hanno molto in comune, ma anche alcune differenze sostanziali.

  • La mastoplastica è indicata per chi è in linea e senza accumuli di grasso; il lipofilling per chi, oltre a aumentare il seno, desidera un rimodellamento del corpo, eliminando cuscinetti adiposi nelle zone critiche.
  • Il risultato finale della mastoplastica con l’inserimento delle protesi è immediato e prevedibile; il lipofilling prevede un parziale riassorbimento del grasso iniettato, per cui è spesso necessario ricorrere a un secondo intervento dopo 3-4 mesi dal primo per ottenere un soddisfacente risultato finale.
  • Le protesi consigliate per la mastoplastica sono le protesi di ultima generazione Allergan, garanzia di qualità, pluritestate e estremamente sicure, ma devono essere sostituite dopo 20-25 anni; il lipofilling non ha scadenza e non causa allergie, ma essendo grasso corporeo può risentire dei dimagrimenti.
  • Per l’intervento di mastoplastica è necessaria l’anestesia generale e quindi una notte di degenza in clinica; il lipofilling si effettua in day hospital, cioè si torna a casa la sera, perché è sufficiente la sedazione.
  • Dopo la mastoplastica per circa un mese sarà necessario indossare giorno e notte un reggiseno sportivo; dopo il lipofilling il seno sarà lasciato libero, però si indosserà una guaina contenitiva per favorire il rimodellamento delle zone in cui è stata effettuata la liposuzione.

In entrambi i casi è necessaria prudenza: gli interventi si eseguono in clinica, non in ambulatorio; si somministrano antibiotici e antinfiammatori; si effettua un controllo medico a distanza di una settimana.

Il parere del chirurgo plastico estetico: bellezza e salute

A questo punto dovreste avere le idee più chiare, ma vi sentirete ugualmente confuse circa la scelta dell’intervento. Ciò è naturale e anzi opportuno. Quanto scritto finora, infatti, non sostituisce il parere del medico che deve valutare la situazione complessiva considerando età, stato di salute, fattori di rischio (fumo, sedentarietà, patologie ...) e effettuare un accurato esame fisico. Il chirurgo plastico estetico, infatti, può appellarsi alle sue competenze professionali e alla sua esperienza in sala operatoria per guidarvi nella decisione che non è mai banale e scontata, dovendo tenere in considerazione le vostre aspettative e le tante variabili che possono incidere sul risultato finale, sempre tutelando la vostra salute.

© 2017 Seno.Clinic

HELIX_NO_MODULE_OFFCANVAS