Anestesia locale o generale, salvaguardiamo la salute

Anestesia generale o locale?

Gli interventi di chirurgia estetica oggi sono molto comuni, specialmente quelli che interessano il seno quali la mastoplastica additiva o la mastopessi. Il fatto che siano così frequenti nella moderna medicina estetica, unito alla paura dell’anestesia, ha portato a sottovalutare i rischi di quello che è comunque un intervento chirurgico. L’erronea percezione che un intervento al seno sia poco impegnativo e la diffusione della pratica ambulatoriale, che ha l’ingannevole pretesa di fare risparmiare le pazienti e ne sposa le infondate paure, hanno reso l’anestesia locale molto popolare. In realtà, se bisogna fare una scelta tra locale e generale, quella più corretta e confortevole è sicuramente l’anestesia generale. Il costo superiore rispetto alla locale è largamente giustificato dalla maggiore assistenza a salvaguardia della salute.

Anestesia generale: sicura e confortevole

La maggioranza dei medici e degli anestesisti predilige l’anestesia generale con valide motivazioni:

  • l’anestesia deve essere proporzionata al tipo di intervento: quando si interviene sul seno l’operazione dura almeno un’ora e l’anestesia locale non è sufficiente, anche perché in caso di una prolungata anestesia locale potrebbero manifestarsi degli effetti collaterali, sintomi di sovradosaggio;
  • a livello psicologico la paziente non subisce alcun trauma: durante l’ anestesia generale non sente rumori inquietanti (pensate alla sensazione che si prova quando il dentista avvia il trapano); non prova false sensazioni di dolore legate alla paura; non corre il rischio di avere un attacco di panico;
  • anche il chirurgo lavora più serenamente, perché i muscoli della paziente saranno più rilassati e cuore, reni e polmoni costantemente monitorati dal team di anestesia.

Non solo la salute ne trae beneficio, ma anche a livello di benessere generale l’anestesia generale risulta più confortevole e rilassante perla paziente.

Anestesia senza paura

La paura dell’anestesia generale può essere sconfitta, sapendo innanzitutto che oggi esistono farmaci e prassi medico-chirurgiche che assicurano una sedazione su misura. Il precolloquio con l’anestesista e gli esami preoperatori forniranno indicazioni precise sulla storia medica personale, le allergie e gli eventuali fattori di rischio, quali malattie pregresse oppure stili di vita inadeguati, come alcool e fumo. L’anestesia generale risulta così molto più efficace e bilanciata, si prevengono problematiche durante l’operazione e si riducono gli effetti negativi dopo il risveglio. Non trattandosi di interventi d’urgenza, ma programmati, potrà essere attuato tutto ciò che è necessario per ridurre al minimo i rischi. Chiedete chiarimenti al chirurgo plastico estetico e all'anestesista, affidatevi con fiducia ai professionisti che in sala operatoria lavorano costantemente e prima di tutto per la salute delle pazienti.

Per un intervento al seno l'anestesia generale è sicuramente la prima scelta: sicura, confortevole e appropriata.

© 2017 Seno.Clinic

HELIX_NO_MODULE_OFFCANVAS